top of page

LE SOLITE SOSPETTE di John Niven

Divertente a tratti esilarante!

Così molti lettori hanno definito questo romanzo che promette tante risate e momenti all'insegna della leggerezza.


«A John Niven riesce la magia di essere sacrilego e umanissimo insieme». Ian Rankin, The Observer

«John Niven è uno spasso assoluto». Irvine Welsh

La storia gira intorno al cliché spesso utilizzato nelle commedie: la vita va in pezzi, non c'è più nulla da perdere e allora perché non tentare il colpo grosso? Vi diciamo subito che Il valore di questo romanzo non è nell'originalità della storia, né tantomeno sulla credibilità degli eventi narrati, il vero valore è il lato comico di tutta la faccenda che l'autore sa trasmettere con grande capacità fino a strappare tante, tante risate. Le pubblicazioni di John Niven, infatti, rientrano in quella categoria che potremmo definire comfort book, ossia dei libri che hanno un effetto positivo e rilassante. Sono molto utili quando abbiamo bisogno di svuotare la mente e sorridere. Niven in particolare ha il dono di costruire in modo efficace le scene e i personaggi quasi come fosse la sceneggiatura di un film.


LE SOLITE SOSPETTE di cosa parla?

L'anziana Susan si ritrova improvvisamente vedova e piena di debiti, a causa dei vizi del marito, che ha sperperato tutte le loro sostanze. Difronte a questo dramma Susan, insieme a un gruppo di amiche, decide di tentare il tutto per tutto e compiono una rapina. Contro ogni probabilità, il colpo va a buon fine, e alle «cattive ragazze» non resta che raggiungere la Costa Azzurra, riciclare il denaro e sparire. Nulla che possa spaventarle, dopo tutto hanno più di un motivo per riuscire nella loro impresa: andare in crociera e fuggire il brodino dell'ospizio.


Laureato in letteratura inglese nel 1991 alla Glasgow University. Dopo gli studi ha lavorato a lungo in campo musicale per alcune etichette importanti, fino al 2002 anno in cui decide di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Debutta con il romanzo Music from Big Pink (2005), ma il vero successo arriva tre anni dopo con il romanzo Uccidi i tuoi amici (2008), una satira basato sull'esperienza di Niven quale scopritore di nuovi talenti per le etichette musicali. Dal romanzo viene tratto un adattamento cinematografico diretto da Owen Harris nel 2015. Niven continua la sua carriera da scrittore con altre pubblicazioni The Amateurs (2009), A volte ritorno (2011), Cold Hands (2012), Maschio bianco etero (2013), Le solite sospette (2015). Ha inoltre scritto sceneggiature originali e collaborato con quotidiani e riviste tra cui Q magazine e The Independent. Scopri i libri di John Niven



16 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page
<